Questo sito utilizza cookie anche di terze parti per gestire, migliorare e personalizzare la sua esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni e per negare il consenso, consulti la nostra cookie policy. Chiudendo questa notifica o continuando a navigare, acconsente all'utilizzo dei cookie

pieve2

Casa Matilde, Pieve di Coriano

Seguendo le possibilità messe a disposizione dalla Legge 3/2008 da Regione Lombardia, Casa Matilde è un sistema di 6 appartamenti, completamente riqualificati e arredati di recente, che "contiene" una serie di progetti rivolti al sociale.
Casa Matilde è un lascito che la Sig.ra Lina Panina ha fatto a Fondazione Comunità Mantovana, tuttora proprietaria dell'intero immobile. Quest'ultima poi ha scelto di dare Casa Matilde in gestione al Ponte.
Vediamo nel dettaglio quel che sono i 6 appartamenti:
Scuola di autonomie
Questo Servizio è rivolto agli utenti del Ponte. Si tratta di percorsi di alcuni mesi (fino ad un anno) rivolti a piccoli gruppi di persone, col supporto costante dell'educatore, dove si impara a vivere una casa: cucinare, lavare, stirare, fare la spesa, ecc. Ognuno di questi percorsi si conclude con un lungo week end di gruppo dove si mettono in pratica le cose che si sono apprese durante il percorso e che possono essere trasferite anche presso la propria abitazione. Anche i familiari delle persone disabili coinvolte si sperimentano, spesso per la prima volta, in un sano e temporaneo distacco dal resto della famiglia.
Pronto intervento
E' un servizio "a chiamata" che entra in funzione quando ospitiamo le persone disabili i cui familiari hanno un bisogno temporaneo di assentarsi da casa (es: ricovero in ospedale, o altro). Il "pronto intervento" funziona 24 ore su 24, con supporto educativo.
Bassa soglia
"Bassa soglia di protezione educativa" significa che l'operatore non è sempre presente. E' infatti un percorso rivolto a persone disabili lievi che hanno maturato nel corso del tempo, e grazie al lavoro svolto, delle autonomie complessive sufficienti per poter "vivere" la casa 24 ore su 24 senza la presenza costante dell'operatore. Bassa soglia è nato come Servizio sperimentale nel 2008. I risultati sono molto buoni ed incoraggianti per il futuro. Anche i familiari dei partecipanti hanno registrato progressi molto grandi, e spesso insperati e inaspettati. La sostenibilità abitativa e il "dopo di noi" sono l'orizzonte a cui il servizio prepara.
Spazio Famiglia
Dal 2010 abbiamo creato un setting dedicato ai familiari delle persone disabili che seguiamo. Si tratta di un incontro al mese rivolto ai soli familiari. Sono appuntamenti condotti dal nostro psichiatra supervisore e co-condotti dal Direttore tecnico e dal suo Staff. Sono riunioni molto dense che mirano a riconoscere uno spazio di confronto e di dialogo tra familiari che condividono alcuni aspetti di vita. E' un'attività molto utile di sostegno alle famiglie, allargando la presa in carico secondo la prospettiva sistemico relazionale.
Dal 2011 sono attivi tre tavoli distinti di Spazio Famiglia (relativi ai Servizi di Sermide, Poggio Rusco, Gonzaga) che coinvolgono tre distinti gruppi di partecipanti.
Housing sociale
Alcuni dei 6 appartamenti sono rivolti all'housing sociale.
Sono dei pronto interventi abitativi temporanei che riguardano cittadini residenti nel distretto di Ostiglia.
In convenzione con il Piano di Zona, le situazioni di fragilità sono valutate da un'èquipe tecnica e possono rimanere nell'appartamento per il periodo di tempo concordato. Si tiene qui conto del bisogno del richiedente, della domanda complessiva e dell'organizzazione.
Ogni abitante della casa non è mai soltanto un affittuario, ma sempre si cerca di renderlo partecipe (anche moralmente) delle situazioni intorno a sé.
Importante sottolineare che l'housing sociale è rivolto a tutti quei cittadini che vivono una qualsiasi situazione di fragilità del territorio (economica, familiare, sociale, abitativa, ecc.).

La Coordinatrice di Casa Matilde è Simonetta Bellintani (vedi "Contatti").